Perché non ci sono più i cantautori impegnati di una volta?

Francesco Guccini
Francesco Guccini

Una volta la musica italiana era densa di cantautori definiti “impegnati” cioè prima di tutto prodighi a scrivere brani musicali per sé stessi, in secondo luogo pronti a toccare tematiche di attualità e sociale del periodo storico ed in ultimo difficilmente reperibili in Tv e alla radio. Oggi invece tutto questo è stato quasi stravolto e la musica presenta ben altri aspetti. Ma perché c’è stata questa rivoluzione?

Sicuramente con il passare degli anni e con un nuovo modo di approcciarsi alla vita attuale e alle relazioni, si è persa l’idea del cantante impegnato, i testi delle canzoni vengono apprezzati in maniera diversa rispetto a prima prediligendo tematiche più leggere che hanno di fatto tagliato le gambe ai pezzi grossi della musica. In più con l’avvento della televisione, con internet e i talent che sfornano cantanti quotidianamente, la figura del cantautore è stata sempre più messa da parte per lasciare spazio ad interpreti bravi soprattutto a saper colpire e prendere il pubblico con la loro presenza scenica, con l’attenzione dei media e non con la semplice canzone.

Appunto poi parlavamo di televisione, una volta vedere un cantante in tv era una rarità, un occasione speciale, oggi invece questa tipologia di artisti si è proprio “evoluta” sfruttando il grande schermo per ottenere successo, notorietà anche perché proprio la televisione permette attraverso trasmissioni più o meno musicali, di portare in auge perfetti sconosciuti. Ed è quello che accade anche con internet, servizi tipo Youtube o Vimeo, permettono anche all’ultimo arrivato di mettere la faccia e la voce in un brano, raccogliendo consensi e proponendosi all’industria discografica.

Proprio sull’industria discografica vale la pena fare una considerazione: la musica “impegnata” col tempo ha iniziato a perdere terreno rispetto alla musica più leggera, gli appassionati oggi sono per la maggiore giovani di nuova generazione che sfrutta app e social per acquistare ed ascoltare la musica e di certo non amano sentire canzoni che lottano contro i loro sogni, che parlano di problematiche politiche o sociali e via dicendo. Insomma anche la promozione musicale ha fatto il suo per mettere fuori causa di cantanti impegnati che oggi hanno dovuto cambiare il loro modo di approcciarsi al pubblico musicale per continuare ad essere sulla cresta dell’onda, pena l’abbandono di un mercato, quello musicale, definito in grande crisi ma anche grande cambiamento.

» Vedi altri prodotti su Amazon «


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *